Come vanno conservati gli alimenti in dispensa e in frigorifero?
Piccolo mondo della cucina

Come vanno conservati gli alimenti in dispensa e in frigorifero?

Se conservati correttamente, gli alimenti rimangono freschi più a lungo

Aiuti a sistemare la spesa di ritorno dal supermercato? Allora sai bene che ogni cosa va al suo posto. Ecco perché.

La conservazione degli alimenti: ecco gli effetti del tempo sul cibo

A patate e cipolle piace il buio, mentre latticini, carne e verdura stanno bene al freddo. E le spezie non gradiscono affatto l'umidità. Se conservati in modo sbagliato, questi alimenti vanno a male, germogliano, perdono il loro sapore e purtroppo finiscono nella spazzatura. Ma il frigorifero, la dispensa e lo scaffale delle spezie possono aiutarci a evitarlo.

Conservando correttamente gli alimenti si fa anche del bene all'ambiente: diminuendo gli sprechi di cibo si riducono anche le quantità da produrre e si risparmiano così risorse e CO2.

Ti diamo un consiglio:

Sapevi che il formaggio deve "respirare"? Se lo conservi in frigo, evita di riporlo in un contenitore ermetico: preferisci un apposito barattolo traspirante, la carta per il formaggio o una pellicola in cera d'api.

Il frigorifero

In frigorifero vanno conservati soprattutto gli alimenti freschi, che vanno a male velocemente: latte e latticini come yogurt e formaggi, ma anche carne, salumi e pesce. È preferibile conservare in frigorifero anche l'insalata e alcune varietà di frutta e verdura. E non dimenticare di riporvi i barattoli di conserve aperti e non finiti.

Hai mai fatto caso a tutti i ripiani e i cassetti del tuo frigo? Ognuno di essi ha una funzione specifica. La temperatura all'interno del frigo, infatti, non è dappertutto uguale: le diverse zone hanno le caratteristiche e la temperatura perfetta per alcune specifiche tipologie di alimenti. Ecco alcuni esempi:

Il cassetto per le verdure: situato sul fondo del frigo, può essere unico o diviso in due. Qui la temperatura è di 8-10 °C: l'ideale per conservare insalate, carote, porri, funghi, erbe aromatiche, bacche, ciliegie e uva.

I ripiani sullo sportello: la temperatura di 9 °C di questa zona è perfetta per le bevande, il burro, le uova e le confetture.

Ripiano inferiore: questo ripiano, appena al di sopra del cassetto per le verdure, ha una temperatura di 3 °C ed è la zona più fredda del frigorifero. Qui vanno conservati gli alimenti che vanno a male più rapidamente, come carne e salumi, pesce e formaggi.

Ripiano intermedio: la parte centrale del frigo, con una temperatura di circa 5 °C, è ottima per la conservazione di latte fresco e latticini quali yogurt, quark e panna montata. Anche gli alimenti affumicati e il prosciutto trovano qui la temperatura più adatta a loro.

Ripiano superiore: con i suoi 8-10 °C, questo ripiano ha la stessa temperatura del cassetto per le verdure. Qui possono essere conservate confetture e salse aperte, formaggi da consumare freschi e torte.

La dispensa

In passato, quasi tutte le case avevano una stanza adibita a dispensa in cui gli alimenti a lunga conservazione venivano tenuti a una temperatura ambiente di circa 15-20 °C. Oggi in pochi hanno a disposizione uno spazio simile, che è stato invece sostituito da piccoli armadi o scaffali in cui vengono conservati pasta, riso e conserve. È però importante che la dispensa si trovi lontana dai fornelli e dalla luce diretta del sole, in modo che al suo interno la temperatura e l'umidità rimangano costanti.

Quando riordini la dispensa, ricordati di sistemare gli alimenti più nuovi nella parte posteriore: così utilizzerai quelli vecchi per primi. Se non finisci il contenuto di una confezione che hai aperto, trasferiscilo in un contenitore con il coperchio per mantenerne la freschezza.

Come conservare le spezie

A chi non piace la cannella? Le spezie sono spesso l'ingrediente segreto che si nasconde dietro grandi ricette. Ma per mantenere il loro aroma intenso, è necessario conservarle correttamente.

Le spezie vanno conservate in un luogo asciutto, buio e possibilmente ermetico, altrimenti si rischia che perdano il loro sapore. Un tasso di umidità eccessivo le fa ammuffire velocemente, mentre la luce non solo smorza gli aromi, ma priva le spezie dei loro elementi nutritivi. Infine, i contenitori aperti lasciano fuoriuscire le sostanze volatili delle spezie, indebolendo così il loro sapore e rendendole inutilizzabili.

Ma quindi dove bisogna conservarle? Anche se è il luogo più comodo, il ripiano sopra il fornello non è per niente adatto alla conservazione delle spezie, che risentirebbero del calore e dell'eccessiva umidità. Molto meglio organizzare uno scaffale per le spezie in un angolo poco illuminato della cucina o all'interno della dispensa. Anche un cassetto può essere una sistemazione asciutta e al riparo dalla luce. Se puoi, trasferisci il contenuto delle confezioni aperte in contenitori ermetici ed etichettali, così saprai sempre cosa contengono.

Related Tags

Ricette adatte

Consigli adatti

Contenuti adatti

Effettua il login!

Accedi subito a FOOBY con il tuo ID Supercard in modo semplice e veloce. Salva la lista della spesa su tutti gli apparecchi e scopri tutti gli altri vantaggi!

La ricetta è stata salvata con successo nella tua lista della spesa su myFOOBY.

Purtroppo si è verificato un errore. Il salvataggio della lista della spesa non è riuscito.

Effettua il login.

Ora con il tuo ID Supercard puoi accedere a FOOBY in modo semplice e veloce, utilizzarne tutte le funzioni e coglierne i vantaggi.

Seleziona i libri di cucina:

Rimuovere la ricetta?

Vuoi davvero rimuovere la ricetta dal ricettario attuale?

Vuoi rimuovere completamente questo contenuto?

Sei sicuro/-a di voler rimuovere questi contenuti dai tuoi ricettari?

Salvataggio avvenuto con successo!

Novità: non sai cosa cucinare? Swipe & Cook
ti suggerisce ricette in modo del tutto casuale.